Gialli

Cover Il riflesso della morte

 

 

 

 

Durante uno scavo, un teschio viene gettato da una benna dentro il cassone di un camion. Saranno i resti di Guido Astolfi?
La famiglia dell’imprenditore e l’intera comunità di Litore ne sono certi.
Astolfi era sparito nel nulla una sera di settembre di trentasei anni prima, ma le indagini erano state archiviate per l’impossibilità di trovare l’uomo o il suo corpo e non c’erano prove sufficienti per inchiodare un colpevole.
La scoperta dell’intero scheletro poco al di sotto di un metro di terreno riaprirà il caso che viene affidato all’ispettore Alex Maier.
Maier dovrà lottare contro i luoghi comuni e l’intera comunità che, trentasei anni prima, aveva già trovato il suo colpevole: Giuseppe Masini, l’ex socio dell’uomo scomparso.
L’ispettore vuole arrivare alla verità e per questo non vuole farsi influenzare dal giudizio della gente e neppure da quello di Aldo, suo confidente e amico dello scomparso.
In ogni caso, Giuseppe Masini aveva movente e occasione, quindi, Alex potrebbe trovarsi di fronte o a un colpevole molto abile che non ha lasciato tracce oppure a un innocente accusato, non ufficialmente, da tutta la comunità e persino dai suoi familiari.
Questa volta l’ispettore avrà un aiuto inaspettato per risolvere il caso.
Qualcuno che lo indirizzerà sulla strada giusta, grazie a un Liber Usualis e a improvvise melodie del passato suonate alla radio e così, dopo tanti anni, chi aspettava di ottenere giustizia avrà finalmente le sue risposte, ma spesso la verità è amara e molto diversa da come ce la aspettiamo…

“Sono un ispettore di polizia e mi piace raccontare storie, le storie di chi ho incontrato nel mio lavoro e non sempre perché era un efferato omicida che ho arrestato, a me interessa dar voce anche a chi non sono riuscito a salvare, a chi non sono riuscito a capire, perché per fare il mio mestiere bisogna dosare ragione e intuito, anche se a volte…”

 

 

 

 

 

Parigi. Guy Schmitt muore saltando dal tetto di un edificio mentre esegue un’acrobazia di parkour.
I suoi amici sono sicuri che sia stato ucciso, mentre per la polizia è stato solo un tragico incidente.

Edmond A. Picard, famoso criminologo, e Lucien Vidal, il cronista di Le Parisien, combattono a fianco a fianco con gli amici di Guy, per tenere aperto il caso sulla morte del ragazzo.

Intanto, Lambert indaga sull’omicidio di un avvocato, avvelenato in un ristorante cinese, durante una banale cena con i suoi colleghi di lavoro.

 

cover Il Requiem dell assassino

 

 

 

 

Un omicida spietato uccide le sue vittime con un preciso e netto taglio alla gola.La sua firma è un singolare requiem dedicato alla vittima.

Edmond, Adrien e Lambert si destreggiano tra interrogatori e supposizioni sullo sfondo del Teatro dell’Opéra cui tutto riconduce, all’inseguimento di un assassino che colpisce rapido e inafferrabile, per poi sparire come un fantasma nella notte.

Un altro caso si profila all’orizzonte: una morte sospetta durante una lezione in palestra, mentre il caso della Phénix giunge a una svolta.

 

 

Cover Morte a New York

 

 

 

 

L’agente dell’FBI Dave Russell osserva in silenzio e con il suo solito atteggiamento distaccato la scena del crimine.
L’assassino aveva bisogno di creare un’atmosfera particolare che ricreasse una rappresentazione teatrale”. Queste sono le sue prime riflessioni, appena arriva nel vicolo e cerca di valutare perché l’assassino abbia scelto un abbigliamento così vistoso e appartenente a un’epoca lontana dalla New York cupa che accoglie sulla scalinata di marmo di una chiesa sconsacrata il corpo di una giovane donna con un pugnale affondato nel petto.

Dave Russell non ama essere distratto dalle sue congetture e lavorare all’FBI, in una città come New York, non ha migliorato il suo carattere scontroso: i rapporti con i suoi colleghi sono sempre tesi e pieni di polemiche. I suoi occhi di ghiaccio scrutano minuziosamente ogni incertezza o imprecisione nel lavoro degli agenti della scientifica, mentre con il medico legale Ellen Thompson, ha continui battibecchi, che sfociano in litigi, ogni volta che si incrociano in un’indagine.
Molto spesso, la ragazza gli rinfaccia la sua arroganza di credere importante e fondamentale solo il suo lavoro investigativo, ma l’agente Dave Russell è fatto così: impulsivo, ma anche intuitivo, per questo, davanti alla scena del crimine, è già convinto che non sarà un omicidio isolato.

Trascorre solo un giorno dal ritrovamento della prima vittima, e il presentimento di Dave si tramuta in realtà. Gli omicidi si susseguono e le prove per trovare l’assassino sono inesistenti; il serial killer colpirà ancora senza modificare il suo modus operandi.
Dave Russell insieme al suo collega, Lucas Baker, troveranno diversi sospettati da valutare, alibi farraginosi, moventi misteriosi, mentre il killer sembra prendersi gioco di loro con la sua enigmatica ‘firma’: una parola ogni volta diversa, come i colori usati per tracciarla sul ventre delle vittime, colore che corrisponde ai vestiti che le donne indossano.

Russell e Baker devono districarsi tra i tanti attori di questa complicata trama omicida. Ognuno sembra interpretare una parte che cambia costantemente, mentre la verità sembra sempre più lontana e sfuggente. Quando finalmente si paleserà, lascerà ferite profonde, anche nell’animo del protagonista, rivelandogli risvolti di una vita che fino a quel momento non aveva mai considerato…

 

cover morte a tempo di swing

 

 

 

 

Mentre le note di Sing Sing Sing risuonano nell’aria, Dorian Fontaine, noto musicista jazz viene ucciso.

Lambert conduce le indagini, ma stavolta è solo, il suo amico criminologo è a Strasburgo, alle prese con un altro intricato caso da riaprire: un uomo che è stato incastrato e incolpato dell’omicidio del suo socio per motivi di gelosia.

Edmond tornerà a Parigi per aiutare Lambert che nel frattempo ha dovuto arrestare Sophie, la ragazza di Adrien.

Due casi diversi eppure simili per molti aspetti che non saranno semplici da sbrogliare, mentre ancora aperta è l’indagine sulla Phénix, l’azienda farmaceutica che è responsabile della morte di due persone, ma che sembra impossibile incastrare…

 

cover Ostacolo invisibile

 

 

 

 

Alex Maier è un ispettore di polizia al quale piace raccontare storie che rispecchiano la realtà. La realtà dura e cruda che incontra ogni giorno, le sue storie parlano di vittime e carnefici, di indagini dove il bene e il male non sono sempre agli antipodi. Il poliziotto inevitabilmente si mescola all’uomo e Maier si lascia il più delle volte coinvolgere emotivamente dai casi che segue.

Il primo caso è quello di Marta, una donna che si sente esclusa dalla società per il suo aspetto fisico non troppo attraente. Un uomo l’ha avvicinata e solo più tardi lei scoprirà che lui aveva motivi più subdoli di quanto lei potesse immaginare per volerla conoscere.
L’ispettore Maier, oltre a fare rapporto per i casi che sta seguendo e che si intrecciano, pur sembrando lontani tra loro, scrive la storia di Marta, perché per lui è importante parlare di lei, della sua vita, delle delusioni che la potrebbero portare a fare una scelta drastica che Alex Maier vuole evitare a tutti i costi.

Una rapina finisce stranamente con tre arresti, ma chi l’ha studiata nei minimi particolari è riuscito a fuggire; un uomo viene trovato morto nella sua abitazione; un incidente stradale dai contorni confusi. Una serie di casi che costringono l’ispettore Maier a suddividere le sue energie, mentre lui vorrebbe risolvere solo l’enigma che coinvolge Marta.

Utili per le indagini, ma soprattutto per riflettere e valutare: le ‘voci’ dei vicoli e delle strade strette che si arrampicano sopra il porto di Litore, incarnate da Aldo, un prezioso quanto singolare informatore dell’ispettore che spesso spiazza le certezze del poliziotto, riempiendo la sua mente di dubbi e confusione.

“Sono un ispettore di polizia e mi piace raccontare storie, le storie di chi ho incontrato nel mio lavoro e non sempre perché era un efferato omicida che ho arrestato, a me interessa dar voce anche a chi non sono riuscito a salvare, a chi non sono riuscito a capire, perché per fare il mio mestiere bisogna dosare ragione e intuito, anche se a volte…”

 

Cover Presagio mortale

 

 

 

 

Parigi. Durante una mostra di Aline Fournier dedicata a tre serial killer, Constance Bernard, famosa medium, preannuncia la morte della pittrice come l’inizio di una serie di delitti per mano degli spiriti.

Mentre la profezia si avvera con il primo omicidio, un gruppo di inafferrabili rapinatori mette a segno colpi in diverse gioiellerie.
Il commissario Lambert indaga, aiutato dal “professore”, Edmond A. Picard, astuto criminologo.
Riusciranno insieme a districare l’elaborata tela dell’assassino, mentre ombre dal passato tornano nella vita di Edmond a turbare il presente e le sue indagini?

 

copertina cronaca di un omicidio

Alessandro è costretto su una sedia a rotelle a causa di una malattia invalidante e la finestra del suo appartamento diventa il suo mondo: il luogo prediletto da cui osservare e studiare la vita degli altri condomini. Un delitto efferato sconvolge la tranquilla routine di Alessandro che registra nel suo diario, quale meticoloso testimone, ogni accadimento, ogni piccolo gesto o abitudine dei suoi vicini di casa. L’ispettore Barbieri lo coinvolge nelle sue indagini convinto che la sua esperienza di scrittore lo possa aiutare a scoprire l’assassino, ma la cronaca di un omicidio non sempre è lo specchio della realtà…

 

copertina de Il peso del rimorso

Un vecchio caso tormenta l’ispettore Barbieri che si rivolge all’unico che può aiutarlo a far riaprire le indagini: il suo acuto amico scrittore che attraverso osservazioni e sottili deduzioni lo indirizzerà sulla strada che conduce all’efferato omicida.

 

Cover "Dettaglio decisivo" di Elisabetta Rossi

Natale è ormai prossimo quando Alessandro si trova coinvolto in un altro cold case, complice un sorriso, quello di Stella Grassi: una donna scomparsa tre anni prima, proprio alla vigilia di Natale. Così, davanti ad una tavola natalizia imbandita: l’ispettore Barbieri, Alessandro e Vittoria Principi, il magistrato che si era occupato del caso irrisolto, si trovano a ripercorrere gli ultimi passi della vittima per individuare il responsabile della sua scomparsa e come spesso avviene, basta un piccolo dettaglio, purché decisivo, per arrivare alla tanto agognata verità…

 

copertina de La danza maledetta

Due unici indizi: un manoscritto musicale antico e il ritratto di un misterioso scrivano.
Due personaggi unici: un musicologo americano e uno strano ed inquietante sacerdote.

 

Copertina de L'assassino va in scena

Mozart è il filo conduttore di una serie di efferati omicidi.
Saverio, un famoso organista, si trova coinvolto nelle indagini, ad aiutarlo un prezioso amico e un simpatico cane.
I tre detective in erba e Schneider, il tenace ispettore di polizia, dovranno districarsi tra dettagli curiosi e cifrari segreti, immersi nella stupenda cornice della città di Salisburgo che non si limiterà a fare da sfondo a questa intrigante storia.

 

 

Copertina de "Il filo di Carmela" di Anna Rita Rossi

Mancano solo venti giorni al concerto di Natale, quando Claudio, direttore della corale, viene accusato dell’omicidio della sua ragazza.
Una delle coriste, Carmela, è la moglie dell’ispettore di polizia che si occupa delle indagini.
La donna, oltre ad avere una passione per il lavoro a maglia, è anche un’abile “detective” e suo marito si avvale spesso dei suoi preziosi consigli. Anche questa volta il suo intuito risulterà determinante per sbrogliare una matassa molto aggrovigliata.

 

Copertina de "Le cinque W"

È notte.
Il protagonista, un giornalista, ripercorre attraverso la scrittura il ricordo di un singolare incontro con una donna misteriosa che scompare prima che l’uomo riesca a scoprire chi sia. Un rapimento, una strana morte e una pericolosa fuga sono gli ingredienti di un racconto che lascia correre l’immaginazione, mentre il mantra delle cinque W incalza il cronista ad andare avanti con la narrazione e a svelare al curioso lettore tutti gli avvenimenti.

copertina di Corpi

Corpi abbandonati con noncuranza in luoghi isolati. Incongruenze e vaghi indizi. Una giovane ispettrice dovrà sciogliere più di un mistero per trovare lo spietato assassino.
Non sarà sola, ad aiutarla un intraprendente ed affascinante giornalista e un fantasma capriccioso, ma piuttosto zelante.

 

copertina de Il complice

Un furto di un collier di platino e diamanti.
Due uomini uccisi e una testimone svenuta.
Una vera sciarada per gli inquirenti a cui è affidato il caso.
Chi sarà il traditore?

 

cover punizione mortale

 

 

 

 

Una coppia di ispettori: Reinhold Steiger e Greta Fabbri, indagano sull’omicidio di Guglielmo Gentili professore di Storia dell’Arte del Liceo Artistico di Sevriere.

L’uomo viene ritrovato nei laboratori del liceo con una colata di gesso nella bocca, ma non è quella la causa della morte. Il gesto teatrale dell’assassino sembra più un messaggio o l’estemporanea di un artista.
I due ispettori presto verranno affiancati nelle indagini da Simona Ferretti, commessa in una libreria e dal club Il popolo dell’autunno un gruppo di assidui frequentatori, nonché proprietari della libreria.
Uno dei soci del club è Clementino Gentili fratello della vittima.
Gli appartenenti al club porteranno avanti per conto proprio le indagini che si intrecceranno con quelle istituzionali. La loro conoscenza del tessuto sociale di Sevriere aiuterà i due ispettori, ma anche le preziose intuizioni di Simona Ferretti che conosce i professori e il liceo che ha frequentato anni prima.
Dopo la prima vittima, sulla collina che sovrasta il liceo, la polizia scoprirà un altro cadavere, quello di una ragazza, Stefania Gobbi. Sarà proprio Simona Ferretti a riconoscerla come la musa ispiratrice di Guglielmo Gentili, una delle tante donne ritratte dall’uomo che oltre ad essere un professore, è anche un pittore molto affermato.
Il medico legale dichiara che la ragazza è morta per ipotermia e, quindi, i sospetti si spostano immediatamente sulla sua vita e sul rapporto che aveva con il professore che l’aveva introdotta alle feste organizzate da Giancarlo Simonetti, un professore della facoltà di medicina, appassionato di fotografia.
A questo punto delle indagini la polizia e gli investigatori improvvisati si pongono la stessa domanda: che ruolo ha avuto Stefania Gobbi, solo una musa ispiratrice o anche spietata assassina?
Questo romanzo è già stato pubblicato con CHICHILI – AGENCY (editore Satzweiss) con lo stesso titolo e anche la sinossi è rimasta invariata dalla precedente edizione.

 

copertina di Nove inchieste dell'ispettrice Ricci

Una città adagiata sul mare fa da cornice alle indagini dell’ispettrice Francesca Ricci che dovrà sfoderare tutte le sue capacità investigative per risolvere nove difficili casi di omicidio.
Ad affiancarla due validi colleghi: Giorgio Lombardo, un abile ispettore con una lunga esperienza investigativa e Lorenzo Mantovani, un eccellente medico legale che unisce alle capacità professionali una buona dose di fascino personale.

 

copertina di Cuore violato

Elena, promettente violinista, si concede una vacanza al mare.
In realtà, sta fuggendo da Bologna e mai avrebbe immaginato di poter incontrare un ragazzo come Daniele.
Tornata in città si ritroverà catapultata nella sua vecchia realtà, ma ad attenderla ci sarà anche una terribile esperienza.
Riusciranno Elena e l’ispettore Sartini a consegnare alla giustizia i serial killer che seminano terrore in città?

 

Copertina de "Il palio della morte"

Siena: una lama affonda spietata mentre la folla esulta in piazza del Campo.Un delitto commesso sotto gli occhi di tutti, ma senza un testimone.L’ispettrice Alice Ferri e il suo taciturno collega indagano, scoprendo vecchie menzogne e scomodi segreti.Diego Venanzi è tra i sospettati: sarà lui il colpevole? E Alice riuscirà ad essere obiettiva, nonostante l’attrazione che prova per l’affascinante avvocato che ha acceso le sue fantasie?

 

Cover "Murder Chronicle" by Elisabetta Rossi

Alessandro is confined to a wheelchair due to an invalidating illness, and his apartment window has his world: his favourite place where he can study and observe the lives of the other residents in his block of flats. A bloody murder disrupts the peaceful routine of Alessandro’s life and in his diary, a meticulous witness, he records every event, every one of his neighbours’ small gestures or habits. Inspector Barbieri involves him in his enquiries, convinced that his experience as a writer can help uncover the assassin, but the chronicle of a murder does not always mirror reality…

 

cover La firma dell'assassino

 

 

 

 

Il corpo senza vita di un pescatore viene ritrovato sulla riva del fiume Serlio.
L’uomo è stato strangolato; l’assassino gli ha lasciato addosso il frammento di una poesia e una Olive Dun: una mosca per la pesca alla trota.
L’ispettore Luca Tebaldi viene incaricato delle indagini. La pista professionale sembra quella più probabile, ma l’omicida non è intenzionato a fermarsi: una seconda mosca e i versi sono già in attesa…

ESTRATTO:
“Lasciati guardare… Sfumature morbide, ali nell’esatta angolazione… perfetta. Ora, possiamo andare a pesca”.
L’uomo posò con delicatezza il piccolo ‘insetto’, un capolavoro di fili e piume, sul tavolo insieme agli attrezzi e poi, fissò la parete tappezzata di ritagli di giornale, alcuni più vecchi, altri più recenti: un muro d’odio allestito con cura e caparbietà.
Ogni tassello era al suo posto, non restava che uccidere.

 

cover Brindisi mortale

 

 

 

 

Un ex convento convertito in azienda vinicola fa da teatro a un omicidio, commesso durante una degustazione di vino.
La vittima, Alberto Foscari, è un uomo spietato e crudele, soprattutto con le donne.
Tebaldi, il giovane ispettore della questura di Astriano e il commissario Nardi dovranno destreggiarsi tra donne sedotte e uomini traditi per scoprire la verità.
I due poliziotti, però, riceveranno un valido aiuto: i soci del club della pesca di Trisalferno di cui fa parte lo stesso Tebaldi si riveleranno degli ottimi informatori, oltre che degli abili pescatori…

ESTRATTO:
L’uomo posò il bicchiere e portò le mani alla gola.
Un senso di torpore lo colse, improvviso, mentre avvertiva un formicolio farsi strada lungo le membra…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *