Ricomincio da un sogno

foglie pianta

Sembravano traversie ed eran in fatti opportunità” (Giambattista Vico)

Oggi ho riletto questa frase con uno spirito diverso: sono sul punto di perdere il lavoro che svolgo da dodici anni.

Lo so, non è una notizia da esclusiva: questo periodo di crisi  in cui siamo immersi fino alla gola ci sta mettendo tutti alla prova, una durissima prova.

Da molti anni però ho un sogno: la scrittura

Ieri pensavo di aver già perso troppo tempo: avrei dovuto coltivare questa passione con più attenzione e più amore, ed è proprio quello che ho deciso di fare ora.

Pochi giorni fa, si è rotto un orologio a cui tenevo molto, ma ho anche trovato quattro foglie nuove sulla pianta che tengo nel mio studio.

Direte: è sciocco e puerile oppure converrete con me che a volte i segni hanno un senso, o magari è giusto in certi momenti dare loro un senso per andare avanti.

Ho così deciso che l’orologio rotto indica che non ho più tempo da perdere: il mio sogno ha già aspettato abbastanza.

Le foglie nuove?

La certezza che la vita genera sempre nuove speranze, che si può e si deve andare avanti, pensando che le difficoltà spesso sono delle magnifiche opportunità.

Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

2 Responses to Ricomincio da un sogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.